Tipi di Audioprotesi

Modelli di Apparecchi Acustici

Le tipologie di audioprotesi sono diverse a seconda del deficit uditivo su cui intervengono.

Possiamo distinguerle principalmente in due categorie:

  • Apparecchi Acustici Endoauricolari che vanno messi dentro il condotto uditivo, in modo da risultare praticamente invisibili una volta posizionati. Tali protesi sono molto semplici da inserire ed estrarre grazie ad un sottilissimo e resistente cordino e sono indicate per i disturbi uditivi meno gravi.
  • Apparecchi Acustici Retroauricolari i quali sono esterni, vanno cioè posizionati dietro il padiglione auricolare. I colori e le dimensioni consentono di mimetizzarli con ottimi risultati, al fine di coniugare la migliore ricezione dei suoi con il comfort.

 

Parlando dei modelli e dei progressi continui registrati nel settore dell'audioprotesi ricordiamo anche come lo sviluppo della tecnologia digitale stia portando enormi benefici alle persone affette da problemi d'udito.
I vecchi apparecchi analogici sono, infatti, via via soppiantati da modernissime protesi che sfruttano tutti gli enormi vantaggi del digitale, creando dei micro computer capaci di venire in soccorso in ogni momento della giornata. La qualità nella riproduzione dei suoni e delle voci raggiunge livelli eccellenti, consentendo a qualunque persona di vivere un'esistenza piena.

Inevitabilmente l'eccellenza ha un costo e le audioprotesi tecnologicamente più avanzate richiedono un certo investimento economico. Premesso che quando si tratta della propria salute, e sicurezza, è sconsigliabile inseguire il risparmio, è al contempo decisamente saggio informarsi sulle agevolazioni a beneficio delle persone affette da ipoacusia. E', infatti, possibile ottenere rimborsi e detrazioni qualora si rientri nei parametri previsti.